imagealt

Chi siamo

L'IPSIA Fermo Corni oggi

L'IPSIA Corni oggi propone al territorio un’offerta formativa che mira a una preparazione tecnico-pratica di qualità, coniugata all’apprendimento di un’idonea cultura di base, indispensabile in una società multietnica, moderna e dinamica come quella della nostra provincia, sempre aperta alle innovazioni e alle sfide imposte dalla complessità del presente. 

Sul territorio modenese l’Ipsia Fermo Corni costituisce un importante punto di riferimento nell’ambito dell’istruzione professionale, poiché l’offerta formativa, grazie alle numerose attività laboratoriali e ai consolidati rapporti con le aziende locali, consente un’immediata spendibilità del titolo di studio.  

La scuola pone al centro lo studente e i suoi bisogni. La personalizzazione dei percorsi parte sempre dalla realtà della classe e dei singoli studenti, dalle loro potenzialità e dalle competenze acquisite anche in ambito non formale e informale.

La naturale apertura al mondo esterno consente di potenziare continuamente i raccordi con il mondo del lavoro e con il tessuto economico e produttivo modenese.

La nostra sfida? Creare una scuola territoriale dell’innovazione per formare cittadini competenti, capaci di riprogettarsi, consapevoli, responsabili e con senso di appartenenza alla comunità.

 

La storia

 
Nel 1921 si inaugurava la Regia Scuola “Fermo Corni” che prende il nome dal suo fondatore, Fermo Corni che, per esperienza diretta come imprenditore e in qualità di presidente della Camera di Commercio, si era reso subito conto che a Modena mancava una classe operaia adeguata per una crescita del settore industriale.
 
Del problema si faceva carico in questo periodo anche l’Amministrazione comunale che si adoperò, ma inutilmente, nell’intento di costituire un consorzio per una scuola professionale a Modena e comuni limitrofi.

Fermo Comi non rimase ad aspettare i tempi lunghi della politica e dell’amministrazione pubblica, ma da manager filantropo prese la grande decisione: costruire a Modena una scuola con aule e laboratori che potesse preparare manodopera specializzata e tecnici qualificati. 

Nacque così quella Scuola, nella sua iniziale articolazione in Istituto Tecnico e Scuola tecnica e Scuola di avviamento professionale, nel corso degli anni diventato Istituto Professionale, che da allora in poi, ha formato il tessuto connettivo del mondo del lavoro modenese.

Con i tanti diplomati dell’ITIS (Istituto Tecnico Industriale Statale) e con quelli dell’IPSIA (Istituto Professionale per l’Industria e l’Artigianato), gli istituti “F.Corni”, senza ombra di dubbio, hanno contribuito allo sviluppo economico, industriale e sociale di Modena e provincia

Dal libro "Il Corni e Modena" di Olimpia Nuzzi,

Consulente Storico Culturale "Amici del Corni"

Pubblicata il 15-10-2018