imagealt

Caro Francesco...

Francesco, esilarante e pieno di vita, sensibile e coraggioso.

Francesco dalle straordinarie doti umane, sagace e penetrante, amato da tutti (ma proprio tutti).

Francesco forte e tenace nella tempesta, travolgente e appassionato nei giorni sereni. Francesco!

Collega caro, amico prezioso,

hai vissuto di amicizia irradiando amicizia.

Ti ricorderemo sempre con il tuo sorriso, seduto in cattedra di fronte agli studenti che hai amato e che ti hanno amato senza riserve, come sempre si ama chi sa donare tutto, come hai fatto tu.

Ti ricorderemo sempre con la battuta pronta, capace di strappare risate anche ai volti più accigliati e torvi.

Porteremo nel cuore i banchetti di beneficenza per Twende a cui hai dato un indimenticabile contributo,la tua amata musica, le cene spensierate di fine anno scolastico, le Gite Letterarie che tanto ti piacevano, le riprese dei film a cui hai partecipato con entusiasmo, le iniziative solidali e tutti i progetti innovativi nei quali davi il meglio di te. Ma, soprattutto, porteremo il tuo potente slancio vitale nei passi futuri dell'Ipsia Corni, la nostra scuola, la tua scuola che ti è infinitamente grata per il tuo impegno, la tua competenza e l'indiscutibile creatività che ti rendeva così unico e speciale.

Dopo tanti anni di lavoro insieme, di gioie e fatiche condivise, la notizia della tua malattia è stata per noi devastante, innaturale, opprimente. Abbiamo provato a fingere di poter sopportare il senso di smarrimento e vuoto, coltivando la speranza di poterti avere ancora un po' con noi, di godere della tua compagnia, del tuo estro e della tua genialità, che non ostentavi mai, rifuggendo da ogni forma di superbia e orgoglio.

Oggi siamo inconsolabili e la verità è che solo tu sapresti trovare le parole giuste per alleviare la nostra tristezza.

Il nostro cuore è pieno di te. Buon viaggio Francesco!

Con affetto

I tuoi colleghi

Pubblicata il 19-05-2022